Il Trauma e la Malattia Oncologica

 

“In tutti gli uomini è la mente che dirige il corpo verso
La salute e verso la malattia, come verso tutto il resto”.
Antifonte (V sec. A. C.)

 

Cosa accade ai pazienti che sperimentano un evento traumatico, come ricevere una diagnosi di tumore e soprattutto vivere le condizioni di questa malattia? Cosa accade se questo evento, che implica un livello estremo di stress, è qualcosa che ha a che fare con la vita del soggetto in quel momento?
Una diagnosi di questo tipo mette in crisi l’intera immagine che il soggetto ha di sé, sconvolgendone l’intero equilibrio psicofisico. E’ evidente, quindi, che una presa in carico adeguata debba tener conto non solo degli aspetti medici relativi alla malattia, ma anche delle ricadute psicologiche che essa può causare.
La diagnosi di tumore può essere considerata un evento traumatico, a causa del devastante impatto sulla vita del paziente e, in quanto tale, può rimanere come un’esperienza congelata in modo disfunzionale all’interno delle reti mnestiche del paziente, generando ulteriore sofferenza (Faretta, 2014).
La ricerca ha messo in evidenza lo stretto legame tra esperienze traumatiche infantili e lo sviluppo di malattie organiche in età adulta.
Proprio in quest’ottica si colloca l’utilizzo dell’EMDR (EyeMovementDesensititation and Reprocessing), come terapia elettiva per la cura del trauma, sia in termini preventivi rispetto allo svilupparsi della malattia organica, sia come riduzione dell’impatto traumatico che la stessa può esercitare sulla persona e sulla famiglia.
Il corso si propone di condividere e approfondire le più recenti ricerche in ambito psiconcologico e fornire ai partecipanti degli strumenti utili per operare nell’ambito della malattia oncologica, con una visione più ampia e completa. Il seminario di Psico-oncologia è un percorso formativo che si rivolge a tutti i professionisti attivi nel campo della salute, che sono chiamati a confrontarsi costantemente con pazienti affetti da patologia oncologica.
L’offerta formativa intende sviluppare nel professionista le competenze valide ad accogliere i pazienti e i familiari che vivono la malattia tumorale con tutte le sue conseguenze, attraverso lo sviluppo di competenze comunicative e relazionali utili ad affrontare situazioni difficili e, contemporaneamente, attraverso l’acquisizione e l’integrazione di conoscenze specifiche nell’ambito oncologico, in particolare la psicotraumatologia e l’approccio EMDR.

 

PROGRAMMA DEL CORSO

1°giornata

Sabato 15/10/2016

Introduzione dei lavori: Dr.ssa Rosa Fanelli
Dr.ssa Paola Serravezza
08.30-10.45: La psicotraumatologia e l’EMDR: i traumi con la “T” e la “t”
10.45- 11:00 Coffe break
Dr.ssa Laura Corvaglia
11.00-13.00: La comunicazione alla famiglia e la traumatizzazione vicaria: come prevenirla e affrontarla
13:00- 14:00 Paura Pranzo
 
Dr. Giuseppe Serravezza
14.00-16.00: Fondamenti di oncologia e di cure mediche: principali tumori
16.00-16.15: Coffe Break
16.15-17.30: Fattori di rischio e di protezione alla malattia oncologica
Dr. Lamberto Coppola
17.30-17,45: Un figlio dopo il tumore
 
17.45-18.15: Esercitazione Pratica/ Somministrazione test ACE
18.15-18.45: Discussione 

 

Domenica 16/10/2016

Dr.ssa Elisa Faretta
08.30-10.45: Impatto neurobiologico nelle malattie oncologiche e la connessione con il disturbo post-traumatico da stress
10.45- 11:00: Coffe break
11.00- 13.00: Trauma psicologico e malattia oncologica (ACE): un ponte tra mente e corpo
13.00-14.00: Pausa Pranzo
14.00- 16.30: EMDR e malattia oncologica
16.30- 17.30: Esercitazione pratica e caso clinico
17.30-18.30: Discussione finale, valutazione e questionario ECM
 
Sede: Auditorium Karol Wojtila c/o Giardini di Atena – Merine (LE)
 
Destinatari: PSILOGI, INFERMIERI, MEDICI (ematologia, psichiatria, neuropsichiatria infantile, medicina di base, oncologia, radioterapia, chirurgia plastica, neuroradiologia, radiodiagnostica) - max 50 partecipanti".
IL CORSO PREVEDE 17 CREDITI ECM
 
ISCRIZIONE ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2016
N.B. Il corso per essere attivato prevede il raggiungimento di un numero minimo di 30 partecipanti entro un mese dall’inizio dello stesso. In caso contrario sarà annullato

 

E' possibile scaricare il modulo per l'adesione al corso qui.