Dimagrire con la testa

 

In Italia più di un terzo della popolazione adulta (il 34,2%) risulta essere in sovrappeso e quasi un individuo su dieci (il 9,8%) è obeso. Le persone in sovrappeso o obese rappresentano una categoria sociale, che spesso diviene oggetto di pregiudizi, discriminazioni e stereotipi. Erroneamente, infatti, si ritiene che il comportamento alimentare e il peso di una persona dipendano esclusivamente dalla propria volontà, non tenendo conto, invece, della concomitanza di fattori genetici, sociali e psicologici. Da queste premesse nasce, dunque, la necessità di un intervento integrato e multidisciplinare, che coinvolga diverse figure professionali (medico, dietologo, nutrizionista, psicologo), al fine di assicurare un più rapido miglioramento delle condizioni del paziente e garantire risultati duraturi nel tempo.